Scuole Malpighi gite e uscite didattiche

GITE e USCITE didattiche


A scuola fuori da scuola

  • Fare scuola è apertura alla realtà.
    Per questo le uscite didattiche hanno un grande valore: momenti di scuola facendo esperienza “sul campo”.
    E’ un aprire finestre sul mondo utilizzando sempre l’occhio delle discipline studiate e sfruttando l’incredibile patrimonio artistico, storico e naturalistico del nostro Paese.

  • Uscite didattiche di inizio e fine anno

    Ogni anno desideriamo iniziare la scuola con un orizzonte di bellezza e di avventura.
    In prima media, per conoscerci, si preferisce una gita naturalistica in cui non manca qualche prova sport di squadra, in seconda una gita di taglio storico-artistico come introduzione ad alcuni contenuti fondamentali del programma, ed in terza una gita di due giorni a Torino per immergerci nelle vicende del risorgimento o in montagna per scoprire la vita degli alpini.
    E, a fine anno, una gita di più giorni per riprendere e cogliere sul “campo” quanto imparato in classe e sui libri.
    Gli alunni ritrovano i tratti del Medioevo e dell’Età Comunale, le tracce dell’Età Moderna o scoprono i luoghi delle grandi guerre.

  • Vacanza in montagna

    nizio luglio, esami e scrutini finiti.
    La scuola è finita?
    Non proprio, perchè l’appuntamento è per una settimana di vacanza in montagna.
    Nato dal desiderio di alcuni docenti, si è trasformato in una proposta concreta per tutti gli studenti.
    I docenti con le loro famiglie, e tutti gli alunni che lo desiderano, trascorrono 6 giorni tra gite, giochi e passeggiate in quota.
    Non mancano mai le caccia al tesoro nei borghi, gare sportive, giochi a squadre, canti e balli; sempre insieme.
    In questa occasione è ancora più facile vivere quello che cerchiamo di comunicare a scuola: la possibilità di essere se stessi e di crescere, scoprendo nuovi compagni di viaggio.